Menu Chiudi

L’APPELLO DELLE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE

Siamo fieri di aver sottoscritto l’appello lanciato da ben 15 associazioni ambientaliste delle Marche tra cui CAI – Club Alpino Italiano, Federazione Pro Natura, Gruppo di Intervento Giuridico, Italia Nostra Marche, Lega Anti Caccia, Lega Anti Vivisezione, LIPU, Lupusinfabula, Salviamo il Paesaggio, WWF Italia, etc.

#Mangiaroli e #Acqualardi continuano a dimostrarsi la stessa identica cosa. Sui temi ambientali hanno fatto scena muta … chi sa perché?

l’attuale governo regionale non ha operato secondo una organica e lungimirante visione strategica in nessun comparto, figuriamoci in quello della Sostenibilità. Dopo tutto, questa giunta è espressione del suo maggiorente, il PD, il cui operato, nelle Marche, è stato pressoché fallimentare. Basta ricordare, tra i peggiori esempi di malgoverno che mi vengono in mente, la mancata discussione in Consiglio Regionale della proposta di iniziativa popolare “tutela del paesaggio ed il governo sostenibile e partecipato del territorio”, sottoscritta da oltre 8000 persone, o l’adeguamento del PPAR (piano paesaggistico ambientale regionale) come previsto dagli obblighi di legge.

Gli unici in questi 5 anni di legislatura regionale che hanno promosso temi e iniziative legati alla sostenibilità e all’ambiente sono stati i consiglieri Regionali uscenti del Movimento 5 Stelle Piergiorgio Fabbri Consigliere Regionale M5S Marche e Peppino Giorgini. Una delle stelle del nostro simbolo rappresenta fin dalla fondazione del Movimento l’ambiente, che vogliamo declinare in termini di sostenibilità dell’innovazione e propensione al basso impatto ambientale delle attività umane. Qualcosa, pur dall’opposizione, siamo riusciti a fare: penso ad esempio alla legge 125/17 dal titolo Sostegno alla creazione della filiera della canapa industriale, o alla 222/18 sul compostaggio di comunità dei rifiuti organici. Non è molto, ma ci siamo dovuti scontrare sempre contro il muro del ‘comandiamo noi’ e quindi ‘decidiamo noi’, con quella supponenza tipica di chi prima accoglie e sottoscrive proposte ‘di sostenibilità perché portano voti (Ceriscioli nel 2015) salvo poi negare persino di aver ricevuto il materiale inerente agli sviluppi e all’evoluzione di quelle stesse proposte (Mangialardi nel 2020)

#MercorelliPresidente #Ricominciamo #Ambiente



Posted in NEWS